Ventotene



Selvaggia e indomita, Ventotene è una piccola isola di origine vulcanica a quaranta chilometri dalle coste del Lazio meridionale. In coppia con l’isolotto di Santo Stefano (distante circa un miglio) forma un piccolo arcipelago all’interno del più ampio arcipelago delle Isole Pontine.

Mare e Natura



La sua costa  alta e frastagliata, colorata dalla macchia mediterranea, offre panorami suggestivi in ogni direzione.

Scogli e piccole spiagge si alternano offrendo ai visitatori la scelta di vivere il mare dell’isola con in spiaggia e scogli oppure da mare, con gite in barca organizzate o affittando piccole imbarcazioni nel porto romano.

Ventotene luogo di Storia



Abitata sin dai tempi antichi con il nome di Pandataria –  dal greco “dispensatrice di ogni bene” – l'isola ospita numerosi siti archeologici appartenenti a molte epoche diverse: dalla Roma Imperiale , di cui restano visibili tracce nel Porto Romano e nella Villa Giulia, fino all’Epoca Borbonica e alle tristi pagine del Ventennio Fascista , durante il quale gli oppositori del regime furono confinati sull’isola.

Fra questi, i celebri Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, autori del Manifesto di Ventotene .

Il Carcere borbonico di Santo Stefano



Ad un solo miglio di distanza vi è l'isolotto su cui sorge l’imponente Carcere di Santo Stefano , un’ex-penitenziario costruito nel 1797 da Re Ferdinando IV di Borbone ed in uso fino al 1965 . Un luogo suggestivo e dall'alto valore storico in cui fu incarcerato , fra i tanti, anche l'ex-Presidente Sandro Pertini .

Il Paese



Le piccole case di Ventotene sono un mosaico di colori , in cui le facciate degli edifici si alternano al dal blu del cielo e del mare, con un’architettura semplice ma ben riconoscibile .

Le stradine e le piazze offrono scorci di mare e di vita ventotenese , offrendo ai visitatori l’opportunità di assaporare la quotidianità e i ritmi rilassati della vita isolana .